Piccole sfere di dolcezza blu, i Mirtilli sono semplicemente irresistibili! Hai mai pensato di coltivarli sul balcone? Piccoli acini dall’aspetto allegro, eppure sono un vero concentrato di salute e di bontà. I Mirtilli in realtà sono una delle bacche più semplici da coltivare e possono crescere comodamente in un vaso sul balcone. Segui la nostra piccola guida su come coltivare i Mirtilli a casa tua.

 

Il Mirtillo è un piccolo arbusto appartenente alla famiglia delle Ericacee, con foglie ovali. Può raggiungere un’altezza di 50 centimetri e i fiori sono di un delicato colore bianco o leggermente rosati.

In natura esistono più di 100 specie diverse per dimensioni dell’arbusto e per colore dei frutti. In Europa abbiamo piante di dimensioni contenute, che crescono spontanee nelle zone boscose, mentre le varietà nordamericane sono dei veri e propri alberi che si sviluppano fino a raggiungere i 9 metri di altezza.

Il colore delle bacche di Mirtillo può variare dal nero al blu violaceo, ma ne esistono varietà di un intenso colore rosso.
Il sapore di queste allegre bacche può variare dal dolce all’aspro: ma perché queste minuscole bacche vengono considerate così preziose per il nostro benessere?

 

MIRTILLI: INCREDIBILI BENEFICI PER LA SALUTE

Poche calorie e tanto nutrimento: i Mirtilli contengono circa 40 calorie ogni 100gr.

Queste piccole bacche sono un concentrato di alcuni tra gli antiossidanti naturali più potenti, anche grazie al contenuto di vitamina A, C, E e la vitamina K.
I Mirtilli sono ricchi di fitonutrienti, tra cui gli antociani utili a proteggere il nostro organismo dai danni dei radicali liberi e prevenire l’invecchiamento precoce.

I Mirtilli sono un toccasana per il cuore, migliorano la circolazione sanguigna e abbassano i livelli del colesterolo nel sangue. Questi minuscoli frutti colorati rafforzano il sistema immunitario e aiutano il nostro fegato a funzionare meglio. Grazie agli antiossidanti sono ottimi antitumorali e sono in grado di abbassare i livelli della glicemia nel sangue.

I Mirtilli neri grazie all’elevato contenuto di tannini e vitamina B9 aiutano a mantenere la pelle più tonica e sono giustamente noti per la loro capacità di migliorare la circolazione, cosa che li rende particolarmente adatti a chi soffre di cellulite, capillari rotti e vene varicose.

I Mirtilli rossi sono ricchi di ferro, vitamina C e fibre. Sono grandi alleati delle donne nel combattere tanti piccoli disturbi femminili: stimolano la diuresi e sono in grado di contrastare la comparsa di cistite, candida, infiammazioni alle vie urinarie e biliari.

Piccole sfere dalle grandi virtù e anche semplicissime da coltivare: vediamo insieme come fare.

 

COME COLTIVARE I MIRTILLI?

Una pianta che, con un terreno idoneo, non richiede particolari attenzioni e ci darà grandi soddisfazioni.

Prima di tutto trova il punto ideale: che sia in pieno giardino o in un vaso sul balcone, questo tipo di arbusto ha bisogno di un po’ di spazio e di un’esposizione in pieno sole per crescere bene.

 

COLTIVARE I MIRTILLI: IL TERRENO ADEGUATO

Il terreno ideale per coltivare i nostri Mirtilli dovrà essere sciolto e drenato bene per evitare ristagni d’acqua. Non tutti i terricci sono uguali e i Mirtilli esigono un terreno acido, con un pH compreso fra 4.5 e 5.5, e ricco di sostanza organica.

Nel caso in cui il nostro terreno non avesse le caratteristiche ottimali, possiamo intervenire con l’aggiunta di terriccio per piante acidofile, o torba acida e zolfo.

Alla nostra pianta di Mirtilli piace il terreno umido, per cui sarà il caso di valutare l’idea di una pacciamatura, ovvero di una protezione del terreno per mantenerne l’umidità. Possiamo fare la pacciamatura con della corteccia di pino, della paglia, oppure della segatura o del fieno.

 

COLTIVARE I MIRTILLI: QUANDO E COME PIANTARLI

Coltivare i Mirtilli partendo dai semi è abbastanza difficile e, se non siete esperti, il consiglio è quello di procedere con piantine già cresciute, che trapianteremo in un vaso abbastanza grande da contenerne l’apparato radicale.
Se invece abbiamo spazio possiamo trapiantare le piantine anche in pieno giardino.

Quando le piantine avranno raggiunto la giusta dimensione, possiamo procedere al rinvaso oppure posizionarle in giardino. Il periodo ideale per il rinvaso è il tardo autunno per le zone del centro e del sud e fine inverno per quelle del nord Italia.

Coltivare i Mirtilli richiede davvero pochi passaggi e potremo assaggiare i nostri primi frutti già nei successivi mesi estivi.

 

COLTIVARE I MIRTILLI: COME ESEGUIRE LA POTATURA?

Come abbiamo visto, coltivare i Mirtilli non è affatto complicato e nemmeno la loro potatura lo è. Dobbiamo aver cura di non eseguire la potatura nel primo anno di vita della nostra pianta, mentre a partire dal secondo anno provvederemo ad eliminare le ramificazioni deboli, prediligendo quelle più sane e sviluppate. In questo modo ottimizzeremo la crescita della nostra pianta di Mirtilli.

 

COLTIVARE I MIRTILLI CON LE SOSTANZE GIUSTE

Abbiamo visto quanto i Mirtilli siano importanti per il benessere del corpo, le loro caratteristiche nutritive li rendono un aiuto importante in tanti disturbi. Scegliere il fertilizzante giusto non è semplice, proprio perché coltiviamo una pianta di cui poi consumeremo i frutti.

La scelta di non utilizzare concimi chimici assume un’importanza fondamentale se vogliamo ottenere un prodotto sano e di qualità superiore da portare sulla nostra tavola.
Ecco perché utilizzare concimi e fertilizzanti per uso biologico può fare la differenza: il valore di quello che coltiviamo dipende anche dalle scelte che faremo.

Noi de La Terra di Gaia lo sappiamo bene, perché abbiamo scelto di produrre esclusivamente Humus di Lombrico per uso biologico.

All’inizio della primavera possiamo utilizzare l’humus di lombrico in due diversi modi:

  • piantumazione a terra e rinvasi, miscelare dal 15 al 20% di humus al terriccio per acidofile. Mettere 50/150 gr di humus nella buca d’impianto ed inserire a contatto diretto con le radici. Ricoprire ed innaffiare.
  • aggiunta al vaso, dare da 4 a 10 cucchiai da cucina a seconda della grandezza del vaso. Si sparge in superficie e si innaffia. Poi ogni mese dare 1/3 della dose iniziale.

 

COLTIVARE I MIRTILLI: PICCOLE INSIDIE

Una volta che i vostri Mirtilli saranno spuntati, il problema più grande saranno gli uccelli. Cercare di tenerli a distanza dalle vostre preziose bacche non sarà semplice.

Alcuni giardinieri riescono a racchiudere i loro arbusti in piccole gabbie, che dovranno però in qualche modo compensare la crescita della pianta. Sia in giardino che in balcone potreste provare a tenere lontani gli uccelli con gli appositi teli.

Un altro problema piuttosto frequente è l’ingiallimento delle foglie. Molto spesso è indice di carenza di ferro (clorosi ferrica) o altrettanto probabilmente potrebbe essere che il pH del terreno sia diventato troppo alto, rendendo difficile per la pianta di Mirtillo assorbire il ferro presente.

Se vi accorgete che alcune foglie iniziano ad ingiallire possiamo intervenire con del chelato di ferro.

Un altro accorgimento è quello di innaffiare con acqua piovana, raccolta in un secchio, al posto dell’acqua di rubinetto.
Altrimenti, per migliorare l’acqua di rubinetto che spesso è calcarea e può contenere cloro, si può aggiungere un cucchiaio di aceto per ogni litro.

 

COLTIVARE I MIRTILLI FINO ALLA NOSTRA TAVOLA

Che siano appena raccolti dalla pianta o racchiusi in una crostata fumante, nessuno riesce a resistere dall’assaggiare un Mirtillo.
Chi di noi non ha sognato, almeno una volta, di assaggiare la crostata con il ripieno blu, che Nonna Papera metteva a raffreddare sul davanzale della finestra?

La ricetta della Blueberry Pie (torta di mirtilli americana) è una delle varianti della famosa Apple Pie tradizionale ed è composta da una frolla quasi senza zucchero.

Una ricetta incantevole nel gusto, per un abbinamento perfetto tra una frolla croccante e un ripieno dolce e succoso.

UNA RICETTA TUTTA AMERICANA: LA BLUEBERRY PIE

Ingredienti per la frolla: farina 360g, burro 180g, zucchero 110g, amido di Mais 80g, acqua ghiacciata 5 cucchiai, un pizzico di sale.
Ingredienti per il ripieno di Mirtilli: 1kg di Mirtilli freschi, 150g di zucchero grezzo.

Prepariamo una frolla leggera mescolando insieme, velocemente, tutti gli ingredienti facendo molta attenzione a non scaldare l’impasto. Formiamo una palla che avvolgeremo nella pellicola e faremo riposare in frigo per almeno un’ora.

Intanto prepariamo il ripieno: laviamo i mirtilli e mettiamoli in una casseruola a fuoco basso, in modo che perdano parte del loro liquido. Aggiungiamo zucchero e fecola e mescoliamo bene. Facciamo cuocere in modo che il succo si restringa abbastanza.

Per comporre la nostra Blueberry Pie tagliamo 2/3 della frolla che stenderemo e useremo per foderare uno stampo imburrato.

Versiamo all’interno il ripieno di Mirtilli e ricopriamo il tutto con la restante pasta tirata in una sfoglia sottile. Cuociamo in forno a 180°C per circa 45 minuti.
Possiamo gustare la nostra Blueberry Pie sia calda che fredda, sarà un successo comunque!

Uno dei più classici abbinamenti di questa tipologia di dolce è con la panna fresca leggermente montata. Per un dessert che sarà un concentrato di gusto e benessere.

Vi aspettiamo a La Terra di Gaia per tante altre curiosità.