“Spicca gioiosa nei campi prima del letargo della terra e custodisce in sé tutto il sole dell’estate …”

In questo periodo la zucca, con le sue forme curiose e stravaganti è la protagonista di tante sagre e fiere di campagna.

Le giornate si accorciano, con esse anche il tempo da trascorrere in giardino, la manutenzione dell’orto è spesso rallegrata da questo ortaggio che spunta nel nostro prato verde con le sue forme estrose e colorate a strapparci un sorriso.

Nel nostro giardino troviamo zucche dalle forme più bizzarre e di ogni colore: verdi, gialle, ocra intenso, arancioni, rosse e anche bianche o grigio-blu! E sotto quella scorza rugosa, che sia di un solo colore, striata o marmorizzata, c’è per lo più la luminosità del sole.

Possiamo trovare zucche a forma di dinosauro, vasi e bottiglie (non dimentichiamo che le zucche venivano svuotate e fatte asciugare al sole per essere usate come contenitori di spezie o bevande); e ancora palloni e dischi volanti che si trasformano in fiabesche carrozze.

La pianta della zucca è colorata, allegra e generosa, dai viticci arrotolati e dalle larghe foglie. È una pianta che offre nutrimento, ornamento e frescura; in qualche modo sembra custodire nella sua polpa il sole dell’estate e conservarlo per noi nei grigiori dell’autunno e dell’inverno.

La zucca per eccellenza, la più nota e pregiata è una pianta della famiglia delle cucurbitacee originaria del Sud America e oggi diffusa in tutto il mondo, il suo nome scientifico richiama le dimensioni che può raggiungere il frutto: Cucurbita Maxima.

Non dimentichiamo però che la zucca conta centinaia di varietà diverse, divise in varie specie e provenienti da ogni parte del mondo, che differiscono fra loro nell’aspetto della buccia e nella qualità della polpa.

Di zucche ne esistono quindi tantissime varietà e, se avete voglia di cimentarvi nella loro coltivazione, dovete seguire pochi e semplici consigli.

La zucca rientra tra i preziosi ortaggi invernali, ottima da avere nell’orto domestico vista la sua generosa produzione, che garantisce verdura fresca da mettere in tavola durante tutto l’inverno.

È una pianta che richiede una ricca concimazione e decisamente necessita di una certa quantità di spazio nell’orto, però non manca mai di ricompensare il contadino con grandi soddisfazioni.

Ciò che bisogna tenere presente è che questo ortaggio si sviluppa nello spazio con viticci e ramificazioni, per questo generalmente viene piantato vicino ad una staccionata ai margini dell’orto, in un luogo dove possa avvinghiarsi a qualcosa per svilupparsi anche in altezza.

La zucca può essere seminata direttamente a dimora nell’orto, in alternativa si possono far crescere le piantine in vasetto. Si semina in genere da metà aprile e si trapianta poi alla fine del mese. Se decidete di coltivare partendo dal seme, mettete a dimora i semini alla fine di marzo (3 o 4 semi per buco). Quando la piantina svilupperà 4 o 5 foglie, mettetela a dimora lasciando tra una e l’altra almeno 1 metro e mezzo di spazio. Innaffiate poi in modo abbondante e regolare, scegliendo una posizione il più possibile soleggiata.

 

COME CONCIMARE LE ZUCCHE?

La zucca necessita di un terreno ricco di sostanza organica e dal pH compreso tra 6 e 7.

Per questo, prima di coltivare la nostra zucca è bene preparare il terreno nel modo migliore, aggiungendo 500 g per metro quadrato di Humus di Lombrico La Terra di Gaia® per uso biologico che ha un pH ideale, pari a 6,78. Questo garantirà una crescita ottimale e soprattutto un prodotto finale sano e genuino.

Un terreno ben nutrito è il vero segreto per piante forti, belle e rigogliose e l’Humus di Lombrico La Terra di Gaia® è un prodotto straordinario in grado di migliorarne le caratteristiche chimico-fisiche, la struttura e la capacità idrica.

Un’altra piccola raccomandazione è di porre una quantità pari a circa 100 g di Humus di Lombrico nella buca dell’impianto prima di mettere a dimora la nostra piantina.

Quando cominciano a spuntare le nostre piantine è opportuno somministrare un concime organico ricco di potassio che renda il frutto più saporito e dolce.

Utilizzare concimi e fertilizzanti per uso biologico può fare la differenza soprattutto se pensiamo di coltivare cibo che poi troveremo sulla nostra tavola.

Quando poi si sviluppano le zucche vere e proprie il concime va dato ogni due o tre settimane e nel periodo successivo, con minor frequenza.

 

SARÀ UNA GIOIA OSSERVARE COME CRESCE E SI TRASFORMA QUESTA PIANTA

Non appena vedrete formarsi le zucche, cercate di non farle toccare a terra: cresceranno in questo modo più sane e regolari. Non siate precipitosi: la zucca, a differenza della zucchina, deve essere raccolta solo quando è ben matura affinché abbia un buon sapore.

Raccogliete le vostre zucche quando vedrete seccare le foglie e quando, picchiettando sulla buccia, sentirete il vuoto all’interno. Si capisce che è davvero matura se, toccandone la scorza, non si riesce a scalfirla nemmeno con l’unghia.

Le zucche devono essere colte man mano che maturano e si conservano intere per tutto l’inverno in un luogo fresco, buio e asciutto. Una volta tagliate si conservano in frigorifero e vanno consumate nel giro di qualche giorno.

Ottima sulle nostre tavole invernali, la zucca è ricca di vitamina A, C e di betacarotene, di minerali quali potassio, calcio e fosforo; è ricchissima di acqua e con una percentuale molto bassa di zuccheri semplici.

Se non amate l’intaglio e preferite usare la vostra zucca in cucina, scegliete la varietà Mantovana, ideale per tortelli e gnocchi, dall’ottimo sapore dolce e dalla consistenza pastosa o la zucca Marina di Chioggia, dall’aspetto bitorzoluto, di eccezionale qualità gastronomica.

Ne esistono davvero tante, ognuna con le sue caratteristiche: c’è la Avalon, la Frisco, la Violina, e molte altre. Scegliete la zucca che preferite, facendo attenzione a quelle non commestibili, ovvero le zucche ornamentali, che vengono usate per decorare tavole o interni. Solitamente quelle non commestibili sono piccole, di forme strane, allungate e hanno una buccia rugosa e butterata.

Le ricette che possiamo preparare con la zucca sono tantissime, sia dolci che salate. Dagli gnocchi di zucca ai risotti, dalle vellutate alla famosissima Pumpkin Pie di tradizione americana.

Coltivare la zucca vi darà una grande soddisfazione, per qualunque dubbio o necessità vi aspettiamo a La Terra di Gaia per rispondere alle vostre domande e scoprire insieme a noi tante altre piccole curiosità.